Il Pedante

Ripetere l'ovvio in tempo di menzogna è un atto rivoluzionario

La macchina di Pavlov

Prove collettive di intelligenza artificiale


Migrazioni terapeutiche o i pericoli delle fiabe

L'immigrazione non fa bene agli europei, fa malissimo agli africani


Le vaccinazioni, e il resto

Riflessioni su una «emergenza».


L'emergenza, la pace


Hier trägst du mit

La gerontofobia come instrumentum regni.


Scèringhecònomi

Una rivoluzione finta.


Quelli che la democrazia ci ha dato il nazismo (ridaje)

La violenza contro la storia è una violenza contro gli uomini.


Il teleriscaldamento e il triangolo del declino

Una parabola invernale.


Per una teologia del castigo

Interpretazioni morali, Schadenfreude, tecnocrazia.


#MIA16

Ringraziamenti e altro.


NO, grazie

Un contributo sui pericoli della riforma costituzionale.


Il Ministero dell'Amore (un'appendice letteraria)

Distopia e redenzione


Paura della paura

Se il cambiamento imposto dall'alto è una sfida, chi vi si sottrae dal basso è un vigliacco.


Gombloddoh

Una teoria pedante del complotto.


Del bene comune e del cadavere della dialettica

Il bene comune è il bene del più forte.


El Pedante

Il blog anche in versione spagnola.


Appunti di meritocrazia

La sgualdrina dialettica degli sfruttatori.


#facciamocome Israele

Israelizzazione delle teste e ontologia del pericolo.


Anti-anti-fascismo

Un'idea di sinistra: per fermare il fascismo #facciamocome il fascismo.


I sofocrati di Saigon

La lungimiranza dell'elettore dotto, cioè indottrinato.