Il Pedante

Ripetere l'ovvio in tempo di menzogna è un atto rivoluzionario

Dei diritti e delle pene nell'età del merito

La condizionalità trasforma i diritti in strumento di ricatto dei deboli.


La sindrome di Hood

La patrimoniale glorifica la scarsità per mettere i poveri contro i poveri.


Delle culture e dei moventi

Lo scontro tra civiltà e culture è sovrastruttura per fomentare la guerra tra poveri.


Democrazia dal basso, bassa democrazia

Democrazia dal basso e democrazia in rete per dissimulare l'assenza di democrazia.


Neonazionalismo europeo

L'antinazionalismo e neonazionalismo europeo, una promessa di pace al servizio della guerra.


Una risposta sulla Grecia

Un controarticolo all'ennesimo articolo in cui #ècolpadeigreci.


Dementia symboli: pensiero simbolico e manipolazione

I simboli nella politica e nei media e la loro funzione di occultamento della realtà.


La posta dei lettori

Risposte ai commenti dei lettori


Terapie tapioco: le apologie del fallimento

Le apologie del fallimento terapeutico: da Freud ai nipoti di Von Hayeck


#ChiStaMeglio: l'invidia sociale come instrumentum regni

Il problema è chi sta peggio, non chi sta meglio.


Il questismo tra seduzione e conservazione

Chi deplora #questa Europa è il più prezioso alleato di questa Europa.


Economia, scienza e pseudoscienza

L'economia tra scienza al servizio del mondo e pseudoscienza al servizio dell'élite.


Reddito di sudditanza


Austria fuori dall'UE?

Iniziativa popolare per l'uscita dell'Austria dall'UE. Intervista a I. Rauscher e H. Wohlmeyer.


Socialismo dei ricchi

Socialismo per i ricchi, capitalismo per gli altri.


Anna Ascani tagliatrice incompresa

Come Anna Ascani del PD cerca di far passare i tagli alla sanità


La #dimensioneglobalepercompetere


Ucraina, Auschwitz: l'antifascismo del giorno dopo (parte II)

L'Italia e gli italiani sono amici di un governo nazista, come nel 1938.


IVA for dummies

L'aumento dell'IVA è uno strumento anticostituzionale di aggravio della diseguaglianza economica.


Ucraina, Auschwitz: l'antifascismo del giorno dopo (parte I)